L’evidente utilità del contapassi

Quanti passi occorre fare nel corso della giornata, per conservare al meglio la propria forma fisica? La domanda è rimbalzata negli ultimi tempi dopo la pubblicazione di un rapporto secondo il quale gli ormai famosi 10mila passi che andrebbero fatti ogni giorno all’uopo non basterebbero. Sarebbero anzi 15mila il minimo necessario per raggiungere lo scopo prefissato, un livello che troppe persone sono ben lontane dal conseguire, a causa di stili di vita troppo sedentari, spesso indotti da necessità lavorative.
Che si tratti di 10 o 15mila passi, è del tutto evidente comunque che la cosa migliore da fare è cercare di ritagliarsi degli spazi nel corso della giornata da dedicare a lunghe e proficue passeggiate. Nel corso delle quali un ausilio prezioso può rivelarsi il contapassi.

Il contapassi: strumento utile o semplice gadget?

Ormai è una consuetudine vedere persone che corrono o camminano velocemente controllando i dati della propria attività tramite un contapassi, ovvero un dispositivo portato al polso grazie al quale è possibile registrare dati come il numero dei passi compiuto, la velocità o la frequenza del battito cardiaco.
Pochi sanno che il contapassi fu lanciato nel 1964, in corrispondenza delle Olimpiadi estive di Tokio, mediante una campagna pubblicitaria che faceva leva proprio sulla necessità di fare 10mila passi al giorno per favorire l’efficienza fisica.
Da quel momento il dispositivo ha iniziato un lungo percorso che ne ha implementato la diffusione a livello mondiale, ove sono attualmente milioni i modelli presenti in ogni parte del globo. Ad usare il contapassi sono non solo gli atleti professionisti, ma anche tante persone che lo reputano alla stregua di un assistente personale da consultare per organizzare la meglio la propria attività fisica.

Dove trovare notizie sul contapassi?

In commercio sono attualmente presenti moltissimi modelli di contapassi, da quelli più economici, che limitano al massimo le funzioni disponibili, a quelli che invece possono costare di più in quanto uniscono elevato livello tecnologico ed estetica trendy.
Per fare la migliore scelta in sede di acquisto è quindi necessario cercare di conoscere meglio il contapassi, in modo da poter capire quali siano i fattori da considerare in fase di scelta. Al proposito segnaliamo come online siano presenti molti siti dedicati al tema, ove possono essere reperite preziose informazioni, tali da portare infine una scelta in grado di ottimizzare la spesa necessaria per averne uno. Tra di essi ricordiamo soprattutto http://sceltacontapassi.it/ con i migliori contapassi e pedometri presenti sul mercato, proprio per la chiarezza con cui riesce ad affrontare il tema, rivelandosi un ottimo ausilio in tal senso.