Come deve essere la lama di un coltello da chef? Top3elettrodomestici.it

Ogni chef o cuoco appassionato sa che per ottenere dei risultati ottimali in cucina bisogna fare affidamento su tanta pratica, diligenza e gli strumenti adeguati. Tra questi uno dei più importanti in assoluto è il coltello. Questo ci serve per tagliare, sminuzzare, sfilettare, eccetera, e tali preparazioni sono alla base di ogni tipo di ricetta possibile e immaginabile. Per questa ragione è bene che il coltello che scegliamo sia ben fatto, affidabile e con una resa ottimale. Ma come trovarne uno simile?

Guardare alla lama in questi casi è fondamentale, in quanto determina la buona riuscita del taglio. Una lama che non fende bene il cibo è da considerarsi inutile, adatta a un coltello da buttare via. Pertanto dobbiamo imparare a riconoscere come è fatta una buona lama, e di seguito vedremo come. Per informazioni più dettagliate o generali si consiglia questo sito specifico sugli elettrodomestici da casa e cucina: www.top3elettrodomestici.it.

La maggior parte delle lame usate per i coltelli da chef sono realizzate in acciaio inox, un materiale molto duro e resistente. Questo ci garantisce la durata nel tempo della lama, ma anche la sua efficienza di taglio. Inoltre molto spesso all’acciaio vengono aggiunte leghe come il cromo, il carbonio e simili, per conferire ulteriore durezza alla lama. Tali materiali si affilano facilmente, e non sono soggetti a lesioni come quelle apportate da ruggine o corrosioni.

Una valida alternativa all’inox è l’acciaio al carbonio. Questi coltelli vengono usati maggiormente nella cucina tradizionale cinese, in quanto sono ideali per preparazioni come il sushi. La lama è dura e si affila facilmente, ma purtroppo con altrettanta facilità tende a ossidarsi. Bisogna quindi prestarvi molta attenzione, ed è sconsigliabile una simile lega per chi si affaccia ora sul mondo del food e potrebbe essere ancora inesperto.

Le lame in ceramica, sebbene molto affilate, potrebbero risultare relativamente fragili. Per cui sono perfette per chi è in cerca di uno strumento leggero, ma non ha bisogno di tagliare cibi particolarmente duri.

Tra tutte forse la più valida alternativa all’acciaio inox è il titanio. Leggero e allo stesso tempo robusto, questo metallo presenta assonanze con il primo citato, tra cui la caratteristica di durare a lungo nel tempo.